Aeroporto di Miami

aeroporto di Miami

Miami è la nuova Los Angeles. L’italiano che prende l’aereo per andare negli Stati Uniti, oggi, dopo la immancabile New York vuol vedere Miami. Questa spettacolare e scintillante città di sole, mare, palme e movida viene spesso scambiata per la capitale della Florida, invece non lo è. Si tratta soltanto del centro più grande e più famoso, nato per accogliere.

Ha accolto prima migliaia di profughi cubani, poi migliaia di anziani in cerca di una pensione dorata e oggi accoglie milioni di turisti da tutto il mondo che transitano all’aeroporto di Miami. E infatti Miami possiede il più grande aeroporto internazionale del sud-est gestito dalla regione, la contea di Dade. Infatti il nome è Miami-Dade International Airport.

La storia del Miami-Dade inizia nel 1943 quando viene aperto uno scalo più grande per coadiuvare il vecchio (1920) aeroporto Pan American Air Field. Le manovre militari della II Guerra Mondiale lasciano un aeroporto ben avviato e dinamico che deve però riconvertirsi in scalo civile: questo avviene nel 1951. In quell’anno viene spostata la linea ferroviaria verso sud, per aumentare i quartieri e gli spazi di Miami, e dunque l’aereo diventa il mezzo più importante per i collegamenti con il resto degli Stati Uniti. L’aeroporto viene gestito direttamente dalla contea di Dade, cui Miami fa da capoluogo, e ha notevoli piani di espansione previsti per il 2040.

Come funziona l’aeroporto di Miami

L’aeroporto di Miami serve circa 50 milioni di passeggeri l’anno ed è il motore turistico principale della costa sud-orientale degli Stati Uniti. Si può ben dire che il suo unico “rivale” su questo lato della nazione è il traffico aereo di New York e ciò ne fa capire bene il prestigio. Situato a soli 13 km dal centro della famosa città della Florida, l’aeroporto di Miami copre più di mille ettari di superficie con le sue piste e i terminal.

La struttura è suddivisa in tre terminal suddivisi a loro volta in tre piani, il che garantisce una notevole autonomia a ciascuno di essi in termini di gestione del traffico umano e dei parcheggi. Di solito al piano terra si trovano gli uffici per i bagagli e per il disbrigo delle pratiche di imbarco e sbarco; al primo piano i negozi e i servizi; al secondo piano gli uffici specifici come l’immigrazione e la sicurezza.

  • Terminal North detto anche Blu è il terminal originario e più antico dell’aeroporto. Gestisce prevalentemente voli nazionali e regionali, ma è aperto anche agli atterraggi e alle partenze dirette fuori America. La struttura è unica, non si suddivide, ma può accogliere un notevole movimento al suo interno.
  • Terminal Central (Giallo) è dedicato ai voli internazionali  ed è suddiviso a sua volta in tre aree passeggeri ciascuna utilizzata in particolare dai passeggeri di determinate compagnie aeree ma ovviamente aperte a tutti in generale.
  • Terminal South (Rosso) è il terminale internazionale che però coadiuva anche gli arrivi nazionali, grazie alla suddivisione ulteriore in due aree distinte.

L’aeroporto di Miami usufruisce di quattro piste, la più lunga delle quali raggiunge quasi i 4 km di lunghezza.

L’aeroporto di Miami Dade è sede legale di American Airlines e di diverse compagnie commerciali per i cargo come UPS Airlines, DHL, IBC e simili.  Le compagnie aeree che transitano con più frequenza da Miami, oltre alle nazionali americane, sono: Air Canada, AerLingus, Alitalia, British Airways, Copa, Iberia, KLM, LATAM, Lufthansa, Swisse e Turkish. Di base però quasi tutte le compagnie del mondo atterrano almeno una volta in questo scalo. I collegamenti con l’Italia sono garantiti da Alitalia, Air France, KLM con volo diretto da Fiumicino mentre da Milano Malpensa con Iberia, British, Alitalia, American Airlines sempre diretto.

Il codice di questo aeroporto è MIA.

Servizi offerti dall’aeroporto di Miami

Sono centinaia i negozi di vario genere, i ristoranti, i bar, le dolcerie e le gelaterie presenti in questo aeroporto. I negozi dutyfree, i cambiavalute, gli sportelli bancari sono affiancati dai presidi medico-farmaceutici e di polizia. Qui è possibile lasciare in custodia i bagagli, chiedere notizie all’ufficio oggetti smarriti, riposare nelle apposite aree di relax. Presenti anche le sale VIP con ogni comodità per il lavoro a distanza. Il wi-fi però non è gratuito.

Gli autonoleggio garantiscono le migliori ditte famose in tutto il mondo e le stesse facilitazioni che potreste trovare ovunque. In più, potete usufruire qua dei centri benessere, musei per i bambini, sezioni in cui si organizzano vere e proprie mostre d’arte. Inutile dire che ogni parte delle strutture sono accessibili per i disabili e fornite di volontari pronti ad aiutare chi ha problemi di movimento.

All’aeroporto di Miami è presente un hotel molto ben organizzato, al secondo piano del Terminal Central. Altri alberghi nelle vicinanze sono: Holiday Inn, Best Western, Hampton Inn Suites, Pullman Hotel, Hilton.

Collegamenti da e per l’aeroporto di Miami

Il trasporto da e per l’aeroporto di Miami è gestito dalla rete Metrorail e da Metrobus di Miami-Dade Transit per quanto riguarda gli autobus pubblici, e da Greyhound Bus Lines per quelli privati. I treni fanno capo a Tri-Rail

La metropolitana linea arancione collega direttamente l’aeroporto al centro, mentre sono disponibili altrettante navette gratuite da parte di Metrobus non solo per il centro ma anche per le spiagge vicine. Con Tri-Rail invece a prezzi irrisori ci si sposta col treno su tutta l’area metropolitana di Miami. Sono presenti a tutte le ore del giorno e della notte i taxi, sia quelli standard che i super lusso.

Caratteristiche particolari

L’aeroporto di Miami mette a disposizione dei viaggiatori un’area apposita per le traduzioni e interpretariato. Qui si può “affittare” un esperto per farsi spiegare in ogni lingua documenti, indicazioni turistiche e altro.

Sono presenti alcune cappelle interreligiose e anche un “Muro della Memoria” per ricordare gli eroi che hanno perso la vita nella lotta contro il terrorismo dall’11 settembre 2001 in poi.

Un servizio di navette interne, completamente gratuito, collega i vari terminal e le sezioni degli stessi terminal alle piste e ai parcheggi, ma fa anche servizio tra l’aeroporto di Miami e le più vicine stazioni dei pullman diretti verso la città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *