Inaugurato il nuovo aeroporto di Istanbul

Pochi giorni fa è stato inaugurato il nuovo aeroporto di Istanbul, il terzo della città e il più grande. L’inaugurazione è stata fatta in pompa magna da Erdogan, premier turco, senza non poche polemiche. 

Cumhuriyet, infatti, ultimo giornale rimasto all’opposizione e libero dall’influenza della politica di un paese non propriamente ai primi posti per libertà di stampa, ha dichiarato che sono state circa 200 le persone morte nell’anno e mezzo di lavori per costruire entro i termini lo scalo turco.


Netta è stata la risposta a queste accuse del ministro delle Infrastrutture, Ahmet Arslan, il quale ha dichiarato che i morti sarebbero “solamente” 27.

Polemiche e scontri sul nuovo aeroporto di Istanbul

Polemiche e scontri si ebbero già nel corso di questo anno e mezzo, in cui molti operai, la maggior parte stranieri e pagati con salari bassissimi, chiedevano aumenti sia salariali che di protezione e sicurezza per le precarie condizioni di lavoro.

Durante gli scontri con la polizia vennero arrestate circa 24 persone per resistenza a pubblico ufficiale e si stima che altre 30 persone siano ancora imprigionate nelle carceri turche.

Il progetto e la realizzazione del nuovo aeroporto di Istanbul




Il progetto del nuovo aeroporto di Istanbul è stato molto ambizioso, saranno circa 3500 atterraggi e decolli giornalieri con un aumento dei passeggeri a 90 milioni l’anno, pronti a diventare 150 milioni entro il 2023. L’estensione arriva a 77 milioni di metri quadrati, di cui 53 mila destinati al duty free più grande del mondo, compreso un’area parcheggi che ospiterà fino a 25 mila automobili.

La realizzazione dell’aeroporto, secondo fonti del governo turco, ha creato e continuerà a creare milioni di posti di lavoro, assicurando entrate allo Stato per 11 miliardi di euro ogni anno.

L’aeroporto presenta una struttura all’avanguardia ed è di indubbio rilievo, sia dal punto di vista architettonico che economico, per la quale i costruttori si sono affidati anche ad eccellenze italiane come Pininfarina, che ha firmato la torre di controllo a forma di Tulipano, simbolo della Turchia.

Si prevede che entro la fine di dicembre il nuovo scalo lavorerà a pieno regime e tutti i voli saranno spostati dal vecchio aeroporto al nuovo.

La struttura del nuovo aeroporto di Istanbul

La struttura dell’aeroporto riflette l’architettura del paese, con le sue bellezze e le sue caratteristiche architettoniche. Gli architetti si sono, infatti, ispirati alle tipiche strutture dei bagni termali, delle storiche moschee e degli edifici storici della città. 

L’aeroporto è uno dei più tecnologici al mondo, grazie agli avanzatissimi sistemi di sicurezza e video-sorveglianza, l’utilizzo dello screening biometrico e i controlli passaporti rapidi. Tutto questo oltre le soluzioni di IT che faciliteranno la gestione delle code in aeroporto, diminuiranno i tempi di percorrenza del tragitto ai gate e aiuteranno i passeggeri a comprendere più chiaramente gli avvisi di imbarco e le indicazioni interne.



Verrà inserito anche un sistema di drop bag all’avanguardia, già sperimentato in alcuni aeroporti europei come quello di Amsterdam-Schipol, grazie al quale il passeggero sarà in grado di generare da solo la tag e spedire la valigia direttamente senza l’aiuto di un addetto.

L’aeroporto in numeri:

  • area aeroportuale di 76,5 milioni di metri quadrati
  • 100 compagnie aeree ospitate
  • più di 300 destinazioni raggiunte
  • 1 molo per linee nazionali
  • 4 moli per linee internazionali
  • 143 ponti d’imbarco passeggeri
  • 77 gates
  • 114 aerei posso attraccare contemporaneamente
  • 40 mila LED per l’illuminazione intelligente
  • 3 mila monitor a servizio dei passeggeri
  • 4500 km di cavi
  • 1700 km di fibra
  • 55 mila metri quadrati destinati al più grande duty free del mondo
  • 90 milioni di passeggeri ogni anno
  • 32 mila metri quadrati destinati a zone bar e ristoranti
  • un hotel aeroportuale gestito dalla società Yotel con 451 camere (il più grande hotel aeroportuale d’europa)
  • il più grande parcheggio aeroportuale che ospiterà 40 mila vetture monitorare 7 giorni su 7, 24 h al giorno. Integrazione del sistema “find my car” per ritrovare la propria auto.

Per maggiori informazioni consigliamo di visitare la pagina ufficiale del nuovo progetto aeroportuale di Istanbul.

Come raggiungere il nuovo aeroporto di Istanbul

Una mappa fornita dal sito ufficiale dell’aeroporto di Istanbul, ci mostra come raggiungere l’aeroporto in auto o in treno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *