Rotte voli 2019 Italia: che cosa cambia

voli 2019

Il nostro Paese è ancora una meta interessante per il resto del mondo? E per noi italiani, il resto del mondo è ancora motivo di curiosità ed entusiasmo per la pianificazione di un viaggio? A seconda delle mode del momento possono cambiare anche le tratte aeree da e per l’Italia e se il Mediterraneo è sempre un mondo affascinante da scoprire, oggi il mercato del turismo punta sempre più a est. Tra le rotte dei voli 2019, la Cina si fa sempre più partner da viaggio dell’Italia, non solo in tema di turismo ma anche come trasporti aerei.

Ma anche l’Europa dell’est, le isole africane e la Thailandia tornano di moda nel campo delle mete di vacanza. Il tutto mentre mete storiche come la Spagna e la Grecia reggono ancora il passo e gli Stati Uniti diventano nuovamente una rotta importante. Come si organizzano le compagnie aeree che collegano l’Italia con il resto del mondo? Ecco alcune novità che hanno riguardato e ancora riguardano l’anno 2019, legate non solo alle rotte ma anche a come vengono modificate in occasione di eventi imprevisti, come la chiusura di uno scalo importante.

Aumentano i collegamenti diretti

Tornano, dopo tanto tempo, i voli diretti, cancellando finalmente quella ragnatela di scali che aveva reso una tratta semplice come quella per l’America una traumatica ventiquattro ore di cambi e attese. Il ripristino di voli diretti ad esempio da Roma per Washington, per Boston, o addirittura il diretto da Palermo per New York sono segnale di una nuova forza del movimento internazionale e di una maggiore efficienza delle compagnie.

Come detto, nuovi voli 2019 diretti si avranno per la Cina e non solo verso le città più famose e turistiche ma anche verso i centri minori, richiesti principalmente da chi si reca in oriente per lavoro. La eliminazione degli scali verso la Cina velocizzerà anche il volume di affari tra i due Paesi nel nome di un nuovo scambio economico e culturale.

Cambiamenti nei voli 2019 low cost

Sarà principalmente grazie alle compagnie low cost, come Ryanair, Air Italy (ex Meridiana), Albastar, Vueling e simili se nuovi voli 2019 faranno scoprire l’Italia agli stranieri e alcune mete diverse agli italiani. Albastar ad esempio è una compagnia spagnola che fornisce già da tempo collegamenti con Lourdes. Dall’estate favorirà nuovi voli 2019 per quella destinazione e altri nuovi voli verso l’Irlanda con partenza da Milano ma anche da Bergamo e da Verona.

Ryanair ha aumentato i voli diretti con la Georgia asiatica ma anche quelli estivi con le isole spagnole. Vueling ha permesso nel corso del 2019 di collegare gli aeroporti minori italiani (Firenze, Catania, Verona) con circa 150 mete diverse sparse tra Africa, Asia ed Europa potenziando la domanda per queste destinazioni. La Spagna rimane tuttavia il fiore all’occhiello della compagnia.

La chiusura di Linate

La chiusura estiva dell’aeroporto di Milano Linate è stato un cambiamento notevole per le rotte da e verso il nord Italia. Principalmente per i voli nazionali, ma anche per i low cost da e per l’Europa, la chiusura di Linate ha significato andare a convergere sul già trafficatissimo aeroporto Malpensa oppure essere dirottate a Orio al Serio-Bergamo.

L’aumento di traffico aereo su questi due scali ha comportato ritardi e problematiche non indifferenti che andranno avanti fino al 27 ottobre quando Linate dovrebbe riaprire, al termine dei lavori di ristrutturazione della pista.

D’altra parte, questa chiusura ha determinato una nuova spinta proprio al piccolo aeroporto bergamasco che adesso sta testando le proprie potenzialità anche su tratte che non aveva mai sperimentato prima e potrebbe quindi trovarsi pronto in futuro se si presentasse l’occasione di nuovi voli da e per questa direzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *