Cosa vedere in Abruzzo: gli itinerari migliori tra luoghi e sapori

cosa vedere abruzzo

L’Abruzzo è una delle regioni più belle del nostro Paese, sia dal punto di vista naturalistico che storico, una zona di grande interesse paesaggistico, dove si possono incontrare rilievi montuosi, borghi, laghi, città d’arte e una natura spesso incontaminata. Uno degli aspetti più apprezzati è l’onnipresente connubio tra ambiente ed enogastronomia, una sinergia unica che regala un’esplosione di sapori in ogni zona della regione. Ecco cosa vedere in Abruzzo, una piccola guida alla ricerca dell’abbinamento perfetto tra sapore, tradizioni e natura.

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e i Monti della Laga

Una delle zone più suggestive dell’Abruzzo è sicuramente quella del Parco Nazionale del Gran Sasso, al cui interno si trova la catena montuosa della Laga e il massiccio del Gran Sasso. Considerata una zona naturalistica di enorme pregio, il parco è l’ambiente naturale di animali come il lupo, l’orso bruno marsicano e il camoscio, un luogo ideale per gli appassionati degli sport invernali, delle escursioni e della cucina tradizionale. Si tratta infatti di un’area di grande valore enogastronomico, dove si possono trovare prodotti tipici abruzzesi di eccellente qualità, legati alle antiche tradizioni locali.

Tra questi ci sono lo zafferano dell’Aquila, la Ventricina, un salame magro realizzato con lavorazioni artigianali, formaggi, varietà antiche di legumi con elevate proprietà organolettiche, mieli e dolci tipici come i fiadoni. Luoghi da visitare assolutamente all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga sono Bussi sul Tirino, considerato uno de fiumi più limpidi del nostro Paese, Campli cittadina di arte e cultura, Capestrano e Campotosto, senza dimenticare una sosta a L’Aquila.

Lago e borgo di Scanno: un viaggio tra poesia e storia

Altrettanto affascinante è il Lago di Scanno, un meraviglioso angolo d’Abruzzo in grado di regalare un’atmosfera unica, per vivere dei momenti indimenticabili. L’acqua del lago è di un colore blu intenso, un ambiente selvaggio e incontaminato, situato all’interno della Valle del Sagittario. Punto centrale della zona è lo splendido borgo di Scanno, una cittadina arroccata sulle colline dalla quale si gode di una meravigliosa vista sul Lago di Scanno, che regala scorci incredibili specialmente al tramonto.

Da vedere la Chiesa di Santa Maria della Valle, ubicata nella piazza centrale del paesino e risalente al XII secolo, il Museo della Lana dove si possono scoprire le antiche tecniche artigianali di lavorazione di questo tessuto, l’intima Chiesa di Sant’Eustachio e la caratteristica Fontana Sarracco. Passeggiando per il centro di Scanno è possibile visitare le botteghe artigiane ancora in funzione, oppure fermarsi in un ristorante o in negozio per assaggiare alcuni prodotti tipici regionali, come i dolci Pan dell’Orso e i mostaccioli, senza dimenticare salumi e formaggi della zona.

Parco Nazionale d’Abruzzo: escursioni e cucina tipica locale

La regione è una delle più verdi d’Italia, per la forte presenza di aree naturalistiche di enorme pregio ambientale, paesaggistico e faunistico. Fra queste c’è il famoso Parco Nazionale d’Abruzzo, uno dei primi del nostro Paese, dove vivono numerose specie protette di orso marsicano, lupo e camoscio. Tra i luoghi più suggestivi da vedere nel parco c’è Val Fondillo, un posto ricco di sentieri e percorsi apprezzati dagli appassionati di trekking, tra cui il rinomato Percorso dell’Orso, un itinerario di montagna per le escursioni adatto sia agli adulti che i bambini.

Da non perdere una visita al bellissimo borgo di Barrea, uno dei più caratteristici della zona, in cui è possibile ammirare la Torre, il Castello e camminare tra gli stretti vicoli del paesino. Punto centrale del Parco Nazionale d’Abruzzo è la Camosciara, un sentiero che permette di avvistare meravigliosi esemplari di camoscio nel loro habitat naturale, attraversando piccoli fiumiciattoli e una splendida natura che regna incontrastata. Da provare alcuni piatti e prodotti tipici del parco, come il formaggio caprino, la zuppa di spinaci selvatici, i dolci a base di mandorle e le carni alla brace.

Cosa vedere in Abruzzo: L’Aquila

Tra le mete turistiche da visitare in Abruzzo c’è naturalmente anche L’Aquila, il capoluogo della regione, una città tutta da scoprire, ricca di storia e bellezze paesaggistiche di rilievo. Da vedere la Basilica di Collemaggio del XIII secolo, con la sia struttura imponente e le splendide decorazioni della facciata, il Museo Nazionale d’Abruzzo in cui sono custoditi importanti sculture e affreschi, la famosa Fontana delle 99 Cannelle situata in pieno centro storico, ma anche la particolare Cattedrale di San Bernardino, risalente al XV secolo e ispirata alle chiese michelangelesche di Firenze.

Non da meno sono il Castello di Rocca Calascio, costruito intorno al XII secolo e recentemente restaurato e le incredibili Grotte di Stiffe. Si tratta di un vero e proprio spettacolo della natura, una formazione geologica sotterranea scavata nella roccia, al cui interno di trova un itinerario di circa 700 metri, che permette di ammirare fiumi sommersi e i magnifici giochi di luci creati dalla riflessione della luce. Per quanto riguarda l’enogastronomia, L’Aquila è un luogo ideale per sperimentare la cucina tipica abruzzese, assaporando piatti e prodotti come l’agnello cacio e uova, il miele alle mandorle, i maccheroni alla chitarra e il famoso maiale allo spiedo.

Teramo: una delle città più belle dell’Abruzzo

Un viaggio in Abruzzo non è completo senza un visita alla città di Teramo, luogo di grande bellezza e fascino, localizzato nelle vicinanze del massiccio del Gran Sasso. La cittadina è completamente immersa nella natura, circondata dalla aree protette del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, una posizione geografica che regala a questo posto un clima eccezionale tutto l’anno. Tra i posti da vedere a Teramo c’è la Cattedrale di Santa Maria Assunta del XII secolo, contraddistinta da uno stile gotico e tratti romanico, la Chiesa di San Domenico e il Santuario della Madonna delle Grazie.

Oltre alle numerose chiese, Teramo ospita anche palazzi d’epoca e monumenti particolarmente interessanti, come Casa Catenacci del XIV secolo, il Museo Archeologico, Palazzo Delfico e la Pinacoteca. L’unione di storia, paesaggi e sapori è presente anche a Teramo, città di eccezionale tradizione enogastronomica, dove è possibile assaggiare piatti tipici come i pappicci al pomodoro, il cardone in brodo, gli spaghetti alla giuliese e le scrippelle ‘mbusse. Da acquistare prodotti come il pecorino Marcetto, il miele, il tartufo della Laga e la ventricina teramana.

Enogastronomia abruzzese: dove acquistare online i sapori d’Abruzzo

Oggi fortunatamente non è necessario recarsi in Abruzzo per degustare le sue eccellenze, infatti è possibile comprare online i prodotti più caratteristici di questa regione. Uno dei migliori portali è Cibarteabruzzo.it, uno shop online specializzato nell’enogastronomia dell’Abruzzo, con un’ampia selezione dei migliori prodotti tipici abruzzesi. All’interno della piattaforma di possono acquistare vini e liquori, come il Montepulciano d’Abruzzo DOC e il Ratafià artigianale, l’olio extravergine d’oliva nebbio del vastese e la farina di grano Solina, oltre a tantissime varietà di salumi, formaggi e dolci tradizionali.

Tutti i prodotti disponibili sono realizzati da piccole aziende locali, attività certificate i possesso di marchi come DOC, DOCG e IGP, che garantiscono l’altissima qualità delle materie prime, le tecniche di lavorazione e tutta la filiera, dal produttore al consumatore. Cibarte Abruzzo effettua consegne a domicilio in tutta Italia, con tariffe a partire da appena 12€, realizzando anche bomboniere e confezioni regalo. Per ulteriori informazioni basta andare sul sito web dello shop online, chiamare il numero 0873 656 366, oppure inviare un’email all’indirizzo di posta elettronica info@cibarteabruzzo.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *