Castro: alla scoperta di uno dei luoghi più suggestivi del Salento

Castro

Il Salento è una delle mete turistiche preferite durante la bella stagione, una zona unica e particolarmente suggestiva, in grado di attrarre visitatori da ogni parte d’Italia e del mondo. Per i turisti che atterrano all’aeroporto internazionale di Brindisi, una destinazione sempre molto gettonata è Castro, una magnifica e tranquilla cittadina di mare situata sulla costa orientale della penisola salentina. Oltre al caratteristico borgo medievale è possibile visitare la zona di Castro Marina, dove si trova la spettacolare Baia di Castro, un luogo ideale per rilassarsi e godersi le bellezze naturali del posto.

Cosa vedere nel borgo di Castro: la città medievale

Situata a soli 15 Km da Otranto, Castro è una delle località meno conosciute, ma più suggestive della costa adriatica della Puglia, una vera e propria perla del Salento affacciata sul mare. La città è distinta in due zone, la parte antica con il borgo medievale e la zona del porto, Castro Marina. Il centro di Castro è un luogo ricco di storia e di cultura, ubicato in una posizione rialzata rispetto al livello del mare, che consente di godere di una vista unica sul Mar Adriatico.

Qui è possibile visitare il borgo storico, dove ammirare la Cattedrale risalente al XIII secolo, caratterizzata da una facciata romanica e dai resti della vicina chiesa bizantina del IX secolo, il Castello di Castro più volte saccheggiato nel 1400 dai saraceni e passeggiare lungo Piazza Dante, recentemente ristrutturata e riportata al suo antico splendore. La Cattedrale fu costruita nel 1171, edificata sulle fondamenta di un tempio di origine greca, mentre all’interno custodisce importanti opere d’arte, tra cui rappresentazioni di San Francesco d’Assisi e di Ignazio di Lajola.

Il Castello invece venne eretto nella metà del 1200, per difendere la cittadina dagli assalti delle popolazioni straniere. Si tratta di una struttura imponente, con spesse mura fortificate che ripararono Castro per quasi due secoli, fino alla disfatta del 1480 quando i Turchi invasero la città di Otranto. Il Castello venne più volte in parte abbattuto e sempre ricostruito, l’ultima nel 1572 dalla potente famiglia Gattinara, mentre nei secoli successivi venne progressivamente abbandonato. Oggi si possono visitare gli interni, comprese alcune sale e la Torre Cavaliera, la più alta di tutta la fortificazione.

Castro Marina: un viaggio tra natura, paesaggi e relax

Se nella parte alta della città si concentrano i monumenti e le chiese, è nella parte bassa che si trovano le attività turistiche e quelle legate alla ristorazione, con diversi hotel e resort eleganti e raffinati. Punto centrale è il porto, nei pressi del quale sono presenti i vecchi moli dove ormeggiavano le antiche barche a remi, che solcavano questi mari nei secoli addietro fino all’inizio del ‘900.

Nella parte sud è situata invece Castro Marina, una meravigliosa baia caratterizzata da una costa rocciosa e frastagliata, con numerose grotte marine in cui si può arrivare a piedi oppure soltanto in barca passando dal mare.

A Castro Marina si trovano alcune delle più importanti attività ricettive, come ristoranti, hotel e locali dove degustare un aperitivo approfittando di una vita unica sul mare.

Ad esempio qui si trova il raffinato l’Hotel Panoramico, un elegante hotel a 4 stelle con ristorante, indicato per le coppie in cerca di un ambiente romantico, ma anche per le famiglie, uno dei pochi a vantare una terrazza con vista esclusiva sulla bellissima Baia di Castro, una struttura ideale per chi ama il relax, la tranquillità e le vacanze culturali.

Da vedere assolutamente, tra un delicato pranzo a base di pesce e un aperitivo ammirando il tramonto sul mare, sono le grotte di Castro, dove l’acqua del mare assume una colorazione blu cristallina, con i riflessi del sole sulle pareti rocciose creano meravigliosi giochi di luce e ombre. Tra le grotte da visitare ci sono quelle di Zinzulusa, meta ogni anno di tantissimi turisti che restano ammaliati dalle bellezze naturali della stessa, Palombara e la splendida Grotta Azzurra, in cui la natura incontaminata del posto e l’atmosfera rilassata regalano sempre emozioni uniche.

Come arrivare a Castro in aereo o in macchina

Il modo più veloce per raggiungere questa meravigliosa località del Salento è in aereo, arrivando all’aeroporto di Brindisi e proseguendo il viaggio in auto o in pullman, utilizzando ad esempio la linea che effettua il collegamento con la città di Lecce, continuando il suo itinerario passando per tutte le località principali della penisola salentina.

In alternativa basta noleggiare una macchina presso lo scalo di Brindisi, percorrere l’autostrada A14 Bari-Lecce, uscire dopo quest’ultima in direzione di Maglie sulla strada statale 16 Adriatica, seguendo infine le indicazioni per Poggiardo, Cesarea Terme e infine per Castro. Si tratta di un viaggio di circa 89 Km, da effettuare in poco più di un’ora, senza particolari difficoltà lungo il cammino. Altrimenti è possibile giungere fino a Otranto in treno, con i mezzi della linea locale, prendendo un pullman per coprire l’ultimo tratto e cominciare finalmente le proprie vacanze in Salento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *