Aeroporto di Forlì “Ridolfi”

Aeroporto di Forlì

Dedicato all’aviatore Luigi Ridolfi, l’aeroporto di Forlì nacque come tanti della costa adriatica per scopi militari nel 1935. La partenza difensiva ha reso la struttura perfettamente adattabile ai cambiamenti che si sono succeduti in seguito, quando – dopo i bombardamenti del 1945 – rinacque a nuova vita diventando prima un Avio Club (rimasto attivo fino al 1995) e poi, dagli anni Duemila, un vero e proprio aeroporto.

Anche l’aeroporto di Forlì, come altri in Italia, ha ripreso vita grazie al notevole traffico di voli low cost che animano il turismo della costa adriatica. Di fatto la concorrenza è martellante, con Rimini, Pescara e Ancona a due passi e il “Ridolfi” gestisce un transito passeggeri di poco più di 260.000 persone annue. Il terminal, sebbene molto migliorato nel tempo, rimane semplice e di dimensioni ridotte e anche la pista di 2,5 km si adatta a uno scalo di provincia senza troppe pretese. Il codice Iata dell’aeroporto di Forlì è FRL.

Perché atterrare a Forlì invece che a Rimini o altrove? Principalmente per avere un approdo più interno verso il centro dell’Emilia-Romagna, per essere più vicini a località come Imola, Faenza o gli Appennini piuttosto che la costa. E anche per i prezzi più economici di alcune tratte, rispetto ad altri aeroporti locali. La città di Forlì, a soli 5 km dal terminal, è una meta interessante per il turismo: le Mura Medievali, le antiche Porte cittadine, i numerosi palazzi rinascimentali e le bellissime chiese del XVII e XVIII secolo, la bellezza di Piazza Saffi o della Via delle Torri sono luoghi da visitare assolutamente.

Le compagnie aeree

Le compagnie aeree che volano all’aeroporto di Forlì sono per lo più charter o low cost, per via delle dimensioni ridotte dello scalo e della grande concorrenza di altri aeroporti intorno. Da qui potete volare per diverse destinazioni nazionali ed europee con Windjet, Wizz Air, Cimber Air, Belle Air. Molti i voli low cost provenienti da Ucraina, Russia, Polonia e altri Paesi dell’est Europa.

Per molti anni, dalla metà del secolo scorso ai Duemila, Forlì ha avuto anche un notevole traffico di cargo e delle relative compagnie. Solo di recente questo movimento commerciale si è ridotto drasticamente e lo scalo sembra stia virando sensibilmente al transito turistico.

Parcheggi all’aeroporto di Forlì

L’aeroporto di Forlì fornisce ben 720 posti auto suddivisi in tre aree, a ridosso del terminal. Le aree sono denominate P1, P2 e Parcometro. Il sito ufficiale non fornisce notizie sulle tariffe (si invita a chiamare direttamente l’aeroporto al numero 0543/474931) né sul numero di posti al coperto e allo scoperto. Si sa soltanto che esistono alcuni posti riservati per i disabili e che la sorveglianza è attiva.

Non ci sono parcheggi privati altrettanto vicini, ma dato che la città si trova a pochi minuti d’auto dal terminal potreste anche lasciare l’auto in centro e servirvi delle navette per raggiungere l’aeroporto calcolando al meglio gli orari e i tempi.

Autonoleggi e servizi

Il terminal del “Ridolfi” è piccolo ma fornisce i servizi di base ai passeggeri. La ristorazione è garantita, così come l’acquisto di alcuni souvenir, il punto bancomat e il presidio medico. Esistono spazi in cui ci si può connettere col web o ricaricare il cellulare, possibilità di inviare fax e scansioni.

 L’aeroporto è ben organizzato per l’assistenza e lo spostamento di persone con disabilità fisiche e naturalmente fornisce il servizio di auto noleggio per tutti. Presso il terminal dello scalo sono presenti le ditte di autonoleggio Avis, Europcar, Air Rent. Winrent, T-Rent, Budget. Per prenotare o contattare ciascuna ditta  .

Hotel e B&B nei pressi dell’aeroporto di Forlì

Date le piccole dimensioni dell’aeroporto “Ridolfi” molte strutture turistiche sono proprio a ridosso del terminal. Si tratta anche in questo caso di strutture di piccole e medie dimensioni, ma comode e pratiche per chi viaggia. Le più vicine sono: Casa Arduà, B&B Anna, Hotel Paradise, Hotel Galliano e Air Hotel. In ogni caso Forlì è vicinissima e il centro storico offre molta più scelta di alloggi e di alberghi anche pluristellati.

Trasporti da e per l’aeroporto

Per arrivare all’aeroporto: per raggiungere l’aeroporto si arriva a Forlì seguendo o la A14 Adriatica, uscita Forlì, oppure arrivando dalla costa tirrenica la strada E45 in direzione Ravenna seguendo le indicazioni per Forlì. Se arrivate in città con il treno, potrete usare la navetta diretta che collega la stazione con lo scalo.

Dall’aeroporto alla città: l’aeroporto è collegato con Forlì tramite i bus navetta urbani della linea ATR (www.atr.fc.it) che corrono dal centro e dalla stazione fino al “Ridolfi” e viceversa. Buoni a anche i collegamenti provinciali e regionali tramite le tante autolinee private che fanno la spola con le altre città o con la Riviera. Per chi preferisce invece i più pratici taxi, la compagnia da tenere in considerazione è Taxi Forlì (0543/31111).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *