Aeroporto di Santiago del Cile

Aeroporto di Santiago del Cile

La capitale del Cile è una città-non città. Un agglomerato di 26 comuni indipendenti che si associa sotto un’unica municipalità allo scopo di ottenere vantaggi economici e commerciali in una combinazione che di fatto funziona. Dal 1541 in poi, Santiago del Cile è cresciuta vertiginosamente e oggi è una delle più belle e grandiose città del mondo.

Situata in un punto geografico complesso, al di là della altissima catena delle Ande e su una faglia sismica, non è facile raggiungerla tramite mezzi di terra e per questo l’aereo è da sempre importantissimo per gli abitanti di Santiago. Le stesse dimensioni della nazione, il Cile, allungata sulla costa con enormi distanze tra nord e sud determina la necessità di un aeroporto funzionante e moderno. Santiago ce l’ha, e lo ha dedicato all’ufficiale di aeronautica Arturo Merino Benitez. Lo scalo sorge nel territorio della cittadina di Pudahuel, per cui il nome completo è Aeroporto Internazionale Pudahuel-Benitez.

Come funziona l’aeroporto di Santiago del Cile

L’aeroporto odierno fu costruito nel 1967 per sostituire un precedente scalo troppo vecchio e piccolo di dimensioni. Da subito, il progetto del Pudahuel-Benitez è stato di grande espansione, nonostante gli ostacoli periodici dati dai terremoti alcuni dei quali devastanti anche per queste strutture. Oggi, comunque, l’aeroporto di Santiago gestisce circa 20 milioni di passeggeri l’anno e serve sia il Cile che l’America Latina, con diversi voli diretti anche oltreoceano.

La struttura ad oggi è costituita da due piste e due terminal, ma il progetto di costante ampliamento non intende fermarsi qui. Il Terminal 1 è quello storico, nato principalmente per i voli nazionali e americani, attivo fin dal 1967. Nel 1994 è stato aggiunto il Terminal 2, riservato a partenze e arrivi intercontinentali e seriamente danneggiato dal sisma del 2010. Da qui è partito il progetto di restauro ma anche di ampliamento, perché la capacità di traffico prevista è stata superata in pochi anni.  

Le piste dell’aeroporto di Santiago del Cile sono solo due, ma sono molto lunghe (3.748 e 3.800 metri) e adatte all’atterraggio di aerei di ogni stazza e dimensione.

L’aeroporto Pudahuel-Benitez è sede legale di LAN Airlines e si presta anche come hub per i membri dell’avio-alleanza Oneworld. Le compagnie che più lo utilizzano, oltre a quelle già citate, sono Qantas, Iberia, British Airways, Air France e Alitalia. Il collegamento con Roma-Fiumicino è garantito per tutto l’anno.

Il codice di questo aeroporto è SCL.

Servizi offerti dall’aeroporto

Oltre 90 punti vendita comprendono negozi di abbigliamento, souvenir, dutyfree, ma anche gioielleria, librerie e ovviamente ristoranti e bar. Possibilità anche di degustazione degli ottimi vini cileni, in appositi punti vendita. Garantiti presidi di polizia e di pronto soccorso.

Terminal 2 è organizzato benissimo anche per coccolare i passeggeri che viaggiano frequentemente per motivi di lavoro. Nella sezione occidentale della struttura ci sono sale riservate a membri di club esclusivi, VIP, uomini e donne d’affari, che trovano locali raffinati in cui la privacy è tutelata anche per garantire una ottima resa del lavoro, tra un aereo e l’altro.

Un albergo interno alla struttura, Holiday Inn, è collegato direttamente con passaggi sotterranei ai due terminal mentre altre strutture ricettive, come Hotel Diego de Almagro, City Express, LQ Hotel, Manquehue si trovano a pochi passi dall’aeroporto.

Collegamenti da e per l’aeroporto di Santiago del Cile

I collegamenti tra l’aeroporto e la città di Santiago del Cile – situata a circa 15 km di distanza – sono garantiti da tre mezzi: taxi, shuttle oppure autobus. Come spesso accade, il taxi è il trasporto più costoso e qui si parte da 20 Euro a corsa, ma nonostante ciò Santiago distingue due tipi di taxi, quelli “ufficiali” e quelli per VIP, che volano in scorciatoie prive di traffico ma costano davvero troppo.

Per i comuni mortali c’è la preziosa alternativa degli shuttle, che sono solo dei taxi collettivi, dunque a più posti. Con 12 Euro vi porteranno ovunque e in piena sicurezza, specialmente se non conoscete ancora la città. Una seconda scelta potrebbero essere gli autobus urbani: se prendete la linea Centro Puerto pagherete meno di 3 Euro e arriverete direttamente in città, a patto che sappiate esattamente dove scendere; con un paio di Euro in più viaggerete invece su Tour Bus, facendo un bel giro turistico dei principali monumenti di Santiago.

È possibile anche prendere la metropolitana per il centro di Santiago, ma non si trova dentro l’aeroporto. Dovrete recarvi prima alla fermata bus di Pajarito e da qui entrare nella stazione metro che si trova di fronte. Le principali compagnie di autonoleggio sono tutte presenti al Pudahuel-Benitez ed è facilissimo prendere una macchina per essere autonomi durante la vostra vacanza cilena. Attenzione però al traffico cittadino e soprattutto alle strade di campagna, dove i controlli sono pochi e si può incappare in pericoli, stradali ma anche umani.

Caratteristiche particolari

Il piccolo grande record detenuto dall’aeroporto di Santiago del Cile è quello di essere l’aeroporto più distante meglio servito dalle compagnie aeree europee! Nonostante la lontananza e il territorio impervio, infatti, attrae comunque la domanda grazie ai tanti comfort che offre.

Nelle previsioni future, questo scalo crede di poter arrivare a gestire oltre 50 milioni di passeggeri e per questo i progetti di ammodernamento e ampliamento sono continui. Si sta pensando di costruire, entro i prossimi vent’anni, dei terminal più piccoli per i voli nazionali lasciando i due maggiori solo ai voli intercontinentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *