I migliori luoghi da visitare a Firenze

I migliori luoghi da visitare a Firenze

Firenze è il capoluogo della Toscana e anche una città di grande rilevanza artistica, in quanto sede della corrente rinascimentale italiana per eccellenza. La città offre tantissime attrattive, tanto da tirare a sé, ogni anno, l’interesse di un numero in costante crescita di turisti ed è raggiungibile grazie all’aeroporto internazionale di Firenze. Visitare Firenze può essere davvero un’esperienza indimenticabile e con un itinerario attento alle esigenze di tutti potrete partire alla scoperta di una città che, nel corso di un paio di giorni, vi svelerà ogni segreto. Ecco quali sono i migliori luoghi da visitare a Firenze e come godersi la città durante la visita.

I musei da vedere

Tra i migliori luoghi da visitare a Firenze ci sono, senza dubbio, i musei. Se siete tra i viaggiatori che amano tutto quello che concerne l’arte, siete nel posto giusto. Con i suoi musei, i complessi monumentali, i siti archeologici e le raffinate gallerie Firenze si qualificherà, nella vostra personale classifica di gradimento, come la destinazione turistica prediletta. Qui avrete modo di immergervi completamente nell’arte rinascimentale e – come l’insegnante interpretata da Julia Robert in Mona Lisa Smile – affinare il vostro spirito critico attraverso l’espressione creativa.

La prima cosa che vi consigliamo di vedere è, ovviamente, la celebre Galleria degli Uffizi: uno dei musei più famosi al mondo, dove trovano sede capolavori della pittura medievale e rinascimentale e opere di artisti quali Botticelli, Leonardo, Giotto, Tiziano o Caravaggio. La Galleria dell’Accademia, invece, è nota il sito che ospita le maggiori opere di Michelangelo Buonarroti: tra queste compare anche il famoso David. Come dimenticare, infine, la Galleria d’arte moderna che custodisce importanti opere del Seicento, tra le quali troviamo alcuni dipinti di Hayez.

Altra tappa imperdibile è il Palazzo Pitti che ospita collezioni della pittura dei medici, dipinti e sculture dell’epoca neoclassica.

Le grandi boutique

Non hanno di che preoccuparsi quelli che, in un museo, vedono solo l’ombra di un tempo dimenticato, finendo facilmente per appisolarsi. Per voi Firenze a qualcos’altro da offrire. Tra i migliori luoghi da visitare a Firenze ci sono le grandi boutique. Se vi piace fare shopping – a chi non piace? – la città manifesta espressione artistica anche con l’artigianato e in via del Parione ogni angolo potete far visita alle caratteristiche botteghe del posto, dove poter acquistare souvenir e prodotti locali. Per gli amanti dell’alta moda via Tornabuoni ospita raffinate boutiques, dove trovare le grandi firme italiane e cedere alla tentazione di uno shopping sfrenato.

Parchi e panorami

Molti anche i parchi e le aree verdi dove poter trascorrere qualche momento di relax. Non solo musei, palazzi e boutique ma anche parchi e panorami tra i migliori luoghi da visitare a Firenze.


Giardino di Boboli

Nei pressi di Palazzo Pitti, troviamo il noto Giardino di Boboli, curato dalla famiglia Medici e rimasto immutato nel corso del tempo. Qui possiamo ammirare importanti statue rinascimentali e grotte cariche di fascino.


Giardino delle rose

Altra incantevole area d’interesse è il Giardino delle rose, opera dell’artista Folon, scomparso nel 2005. Questo spazio, ornato con gessi e statue di bronzo, offre una vista spettacolare sulla città.


Piazzale Michelangelo

Se parliamo di punti panoramici, tuttavia, non possiamo non citare lo splendido Piazzale Michelangelo, una sontuosa terrazza risalente all’Ottocento da cui si può godere di una vista incantevole su tutta Firenze. 


Giardino dell’Iris

Qui vicino troverete anche un gioiellino nascosto, troppo spesso trascurato dalle guide turistiche più importanti, parliamo del Giardino dell’Iris. Posto proprio alla sinistra del Piazzale Michelangelo, questo meraviglioso vivaio ospita oltre 2000 specie di questo fiore che, per chi non lo sapesse, prende il nome dalla dea Iride. Attenzione, comunque, al periodo: l’area è aperta al pubblico solamente nel mese di maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *