Viaggio ad Ankara, Turchia: cosa visitare e quando andare

Nonostante sia meno conosciuta rispetto a Istanbul, Ankara è una città tutta da scoprire, una meta da inserire sicuramente in un tour della Turchia. Dalle sue splendide moschee alle rovine romane, dai parchi cittadini agli ottimi ristoranti specializzati nella cucina tradizionale turca, Ankara offre uno sguardo unico su questa terra situata sull’altopiano dell’Anatolia. Vediamo cosa vedere nella capitale turca, quali sono i periodi migliori per viaggiare e come raggiungere Ankara dall’Italia.

Cosa visitare ad Ankara

Ankara, il cui nome originale era Angora, è la capitale della Turchia e una delle città più importanti del Paese, sede delle istituzioni turche e di prestigiose università. Si tratta di una località moderna e cosmopolita, ma allo stesso tempo ricca di storia e di fascino, con un vasto patrimonio culturale e artistico frutto delle antiche origini di questa cittadina.

Da vedere assolutamente ad Ankara il Museo delle Civiltà Anatoliche (Anadolu Medeniyetleri Muzesi), dove si possono ammirare splendidi reperti risalenti all’epoca neolitica. Altrettanto suggestivo è il Castello di Ankara Kalesi, una maestosa fortezza costruita nel VII secolo a scopo difensivo, per proteggere la città dagli assalti dei Persiani.

Di grande impatto è il Mausoleo di Atartuk, un monumento recente eretto in onore del fondatore della Repubblica della Turchia e primo presidente Mustafa Kemal Atartuk, sicuramente è uno dei personaggi più apprezzati nella storia recente del Paese. All’interno sono presenti 10 torri che simboleggiano altrettanti ideali della società turca.

Altri luoghi da visitare durante un soggiorno ad Ankara sono il Museo Etnografico, i parchi di Kurtulus e Genclik Parki, la moschea di Kocatepe Camii, una delle più grandi del mondo e la Torre di Atakule con i suoi 125 metri, dalla cui sommità si gode una vista panoramica unica sulla città.

Come raggiungere Ankara dall’Italia

Per arrivare ad Ankara dall’Italia il mezzo migliore è sicuramente l’aereo, in assoluto la scelta più veloce e confortevole per raggiungere la capitale della Turchia. La città dispone di un importante aeroporto internazionale, situato a circa 30 Km di distanza da Ankara, in cui operano diverse compagnie europee di linea e low cost.

Ad esempio offrono voli dall’Italia allo scalo di Ankara Esenboga Turkish Airlines, Qatar Airways, Lufthansa, Pegasus Airlines e Ukraine International proponendo sia collegamenti diretti che con scali intermedi. I voli diretti sono realizzati esclusivamente da Turkish Airlines, la compagnia di bandiera della Turchia, che mette a disposizione partenze dalle principali città italiane verso Ankara, come Roma e Milano.

La durata del viaggio è di circa 3 ore senza scalo, con un prezzo medio di 220€. In alternativa è possibile arrivare all’aeroporto internazionale di Istanbul, per visitare questa città storica della Turchia e proseguire per Ankara in treno, in pullman o in aereo. Il collegamento su rotaia è senza dubbio la scelta migliore, infatti è presente una linea diretta tra Istanbul e Ankara, con una durata di 3 ore e mezza e un costo del biglietto di circa 25€.

Quando andare ad Ankara

Il clima in Turchia è soggetto a molte variazioni, infatti bisogna scegliere il periodo migliore per viaggiare a seconda della zona da visitare. Per quanto riguarda Ankara il momento più adatto è durante la stagione primaverile ed estiva, da aprile fino a ottobre, cercando se possibile di evitare i mesi più caldi, ovvero luglio e agosto, quando le temperature possono superare i 35°C.

Ad Ankara in inverno il sole è quasi sempre coperto, perciò è consigliabile non andare nei mesi invernali, specialmente a gennaio e febbraio, periodo caratterizzato da temperature estremamente rigide, spesso al di sotto dello zero.

Le precipitazioni sono abbondanti da novembre a giugno, con forti piogge nel mese di maggio, il più piovoso in assoluto. Per viaggiare ad Ankara i mesi migliori sono quindi giugno, settembre e ottobre. La decisione però dipende dall’itinerario di viaggio, infatti se bisogna visitare anche altre zone della Turchia è necessario trovare un compromesso.

Per recarsi nelle località costiere il momento giusto è in estate, tuttavia sul Mar Nero vicino Istanbul luglio e agosto non sono particolarmente soleggiati. Per fare un tour completo della Turchia meglio optare per la primavera e l’autunno, quando si possono riscontrare condizioni adeguate per visitare anche le zone di Smirne, Erzurum e Antalya.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *